Forma di Governo: Governo provvisorio
Superficie: 1 676 198 kmq
Popolazione: 6 293 253 ab. (stima 2016)
Densità: 3,75 ab./kmq
Coordinate: lat. 33° - 20° N; long. 10° - 25° E
Capitale: Tripoli=Ṭarābulus 940 653 ab. (2012); Tripoli 1 126 000 ab. (2014), l'agglomerato urbano
Unità monetaria: dinaro libico (1000 dirham)
Indice di sviluppo umano: 0,716 (102° posto)
Capo del Consiglio Presidenziale e Primo Ministro: Fāyiz as-Sarraj (indip.), dal 30-III-2016
Internet: www.cbl.gov.ly (Central Bank of Libya)
Membro di COMESA, Lega Araba, OCI, ONU, OPEC, osservatore WTO, UA

Libia

Lībiyā, Dawlat Lībiyā
Informazioni utili

Sigla automobilistica LAR
Prefisso telefonico internazionale 00218
Documenti d’ingresso Passaporto con Visto
Vaccinazioni richieste febbre gialla (richiesta solo ai viaggiatori provenienti da paesi con rischio di trasmissione)
Tensione elettrica (Volt) 127/230
Patente di guida italiana (accompagnata da traduzione e/o permesso locale)
Corsia di guida destra
Codice internet .ly

Ora GMT  +2
Ora legale  non applicata
Temperatura media annua (°C) Tripoli 19,6; Al Kufrah 23
Temperatura media gennaio/luglio (°C) Tripoli 12,5/25,5; Al Kufrah 13/30,5
Ore di sole giornaliere giugno/dicembre (media) Tripoli 10/5; Al Kufrah 11/8
Precipitazioni medie annue (mm) Tripoli 284; Al Kufrah 2
Giorni di pioggia (media annua) Tripoli 37; Al Kufrah 0

Geopolitica e attualità

La fragile intesa raggiunta nell’estate del 2017 tra F. As-Sarraj e K. Ḥaftar per ridurre la frattura istituzionale che divide il paese è rapidamente naufragata. A fine dicembre 2017 le forze di Ḥaftar hanno sconfitto i miliziani integralisti a Bengasi, ma sono comunque continuati i combattimenti con le varie fazioni armate, in particolare dal giugno 2018 per il controllo dei terminal petroliferi di Sidra e Ra’s Lānūf.

Confini e territorio.
Confina a E con l’Egitto, a SE con il Sudan, a S con il Ciad e il Niger, a W con l’Algeria, a NW con la Tunisia e si affaccia a N al Mar Mediterraneo.
Alla fascia costiera pianeggiante seguono rilievi con pendii ripidi in Tripolitania, assai più modesti e disposti a terrazza nella Sirtica e in Cirenaica. All’interno si estende, a W, un ampio tavolato che giunge fino ai monti Tassili-n-Ajjer e al Tibesti, a E il Deserto Libico.
Il clima è mediterraneo lungo la fascia costiera, con inverni miti ed estati calde; procedendo verso l’interno la piovosità scompare quasi del tutto.

Ordinamento dello Stato


La Libia è diventata indipendente il 24-XII-1951, dopo decenni di colonialismo italiano (dal 1911) e un periodo di occupazione militare franco-britannica (1943-51).
Il 1°-IX-1969, con un colpo di stato militare, il colonnello Mu‘ammar al-Qadhdhāfī (Gheddafi) ha deposto il sovrano Mohammed Idris-al-Senussi e ha proclamato la Repubblica. Pur senza assumere alcuna carica pubblica, Gheddafi si è attribuito il potere supremo quale “guida della Rivoluzione”, abolendo elezioni e partiti politici. Con la riforma costituzionale del 2-III-1977, il paese ha assunto il nome di “Jamāhīrīyah (Repubblica) araba libica popolare socialista”, in vigore fino alla caduta del regime di Gheddafi (ucciso il 23-X-2011), epilogo del primo conflitto civile scoppiato nel febbraio 2011 dopo ampie proteste popolari.
Il paese è passato quindi sotto l’amministrazione del Consiglio Nazionale di transizione, organo di governo ad interim che ha guidato la prima fase del percorso verso la democrazia, fino alle elezioni del 7-VII-2012 che hanno eletto un Congresso nazionale generale di 200 membri sostituito, con le elezioni del 25-VI-2014 da una Camera dei Rappresentanti sempre di 200 membri.
A seguito dello scoppio della seconda guerra civile, il paese è di fatto diviso anche dal punto di vista istituzionale: le milizie estremiste, vicine al partito Giustizia e ricostruzione e ai Fratelli musulmani, hanno attaccato la capitale Tripoli e reinsediato il Congresso nazionale generale; le forze nazionaliste di Zintān e di altri gruppi armati sostengono invece la Camera dei Rappresentanti di orientamento liberale e federalista che si è trasferita a Tobruch, dove è forte l’influenza del generale Khalīfa Ḥaftar, che è sostenuto da Egitto, Emirati Arabi e Russia e non riconosce il governo di Tripoli. Il 30-III-2016 si è insediato a Tripoli il Consiglio presidenziale guidato da Fāyiz as-Sarraj dopo un accordo tra le fazioni (17-XII-2015), sconfessato però (7-III-2017) a seguito di scontri per il controllo dei terminal petroliferi in Cirenaica. Tra il 2014 e il 2017 milizie legate all’integralismo sunnita hanno occupato territori a Derna, Bengasi e Sirte. La caotica situazione favorisce l’attività di bande criminali che sfruttano il flusso di migranti dell’Africa sub-sahariana diretti verso l’Europa.


Difesa e giustizia.
I codici (civile, penale, commerciale) integrano elementi dei sistemi giudiziari italiano e francese con la legge islamica.

Difesa
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
Aviazione23,7%2010
Esercito65,8%2010
Giustizia
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
Omicidi2,5ogni 100 000 ab.2015
TOP

Divisione amministrativa

Divisione amministrativa
Città
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
Tripoli=Ṭarābulus940 653ab.2012
Bengasi=Banghāzī736 000ab.2014
Agglomerati
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
Tripoli1 126 000ab.2014
Bengasi1 110 000ab.2011
TOP

Popolazione

Popolazione per età e sesso (% - 2017)
75+
60-74
45-59
30-44
15-29
0-14
MASCHIETÀFEMMINE

Negli ultimi 30 anni la popolazione è raddoppiata per effetto della elevata natalità e dei forti flussi di immigrati.
Le regioni aride sono popolate da tribù berbere nomadi (tuareg) e seminomadi. La Libia è uno dei punti di transito principali dell’emigrazione africana diretta verso le coste dell’Italia meridionale.

Dati Demografici
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
Crescita annua1,3%2015-2020
Divorzi0,32002
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
Libici57%2000
Egiziani8%2000


Religioni
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
musulmani sunniti97%2014
altri3%2014


Lingue
DESCRIZIONE
arabo
Popolazione % fasce età
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
0-14 anni25,8%2017
15-29 anni26,2%2017


TOP

Economia


Congiuntura economica.
La guerra civile ha gravemente danneggiato la struttura produttiva del paese, sia per i danni derivati direttamente dalle operazioni belliche, sia per l’interruzione delle esportazioni di petrolio e gas naturale.
L’instabilità del quadro politico e gli scontri tra fazioni rendono difficile la ripresa. La scarsità di molti beni ha portato a un forte aumento dei prezzi.

Economia - Dati generali
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
Aiuti dall'estero179ml $ USA2016
Aiuti dall'estero % PIL0,572% PIL2016
Economia - Occupazione
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
F24,6%2017
M75,4%2017
Economia - Disoccupazione
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
Disoccupazione17,7%2017
F37,7%2017
Economia - Bilancio dello Stato
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
entrate13 766ml vl2017
spese20 640ml vl2017
Forza Lavoro per settore
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
primario12,4%2017
secondario26,7%2017
PIL per settore
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
primario0,9%2016
secondario67,1%2016
Dati Finanziari
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
Moneta circolante109,1md vl2017
Riserve internazionali79 417,9ml $ USA2017
TOP

Agricoltura


Settore primario
Agricoltura.
L’agricoltura si pratica solo nelle oasi e nelle regioni di Bengasi e di Tripoli, ma la maggior parte delle derrate alimentari viene importata.
I prodotti più importanti sono le patate, i cocomeri, i pomodori, le cipolle e i datteri; è diffuso l’olivo, soprattutto in Tripolitania. Tra le piante spontanee spiccano l’alfa e lo sparto (nelle zone di Er Regina, in Cirenaica, e di An-Nuqāṭ al-Khams, in Tripolitania), utilizzate per la cellulosa, corderie e stuoie.
Tra le grandi opere avviate dal passato regime, una grande rete idrica di circa 3500 km (“il grande fiume artificiale”) convoglia l’acqua pompata dal sottosuolo desertico alle zone costiere di Bengasi e della Sirte (l’infrastruttura ha subìto però notevoli danni provocati dai bombardamenti nel luglio 2011).
Allevamento e pesca.
Nelle zone aride conserva importanza l’allevamento nomade di ovini e caprini. Lungo le coste della Cirenaica viene praticata la pesca delle spugne.

Utilizzazione del suolo
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
arativo1,17%2015
foreste0,12%2015
Agricoltura produzioni - cereali
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
cereali229,6731000 t2016
frumento164,5721000 t2016
Agricoltura produzioni - tuberi e radici
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
patate337,4651000 t2016
radici e tuberi337,4651000 t2016
Agricoltura produzioni - ortaggi
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
aglio4,5641000 t2016
carote e rape27,6831000 t2016
Agricoltura produzioni - leguminose da granella
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
ceci0,0651000 t2016
fagioli secchi1,1631000 t2016
Agricoltura produzioni - vite
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
uva32,6861000 t2016
Agricoltura produzioni - olivo
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
olive188,9751000 t2016
Agricoltura produzioni - piante oleifere
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
arachidi16,4381000 t2016
Agricoltura produzioni - piante industriali
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
tabacco1,3081000 t2016
Agricoltura produzioni - frutta, bacche
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
albicocche24,9011000 t2016
fichi10,8571000 t2016
Agricoltura produzioni - frutta secca
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
mandorle33,8381000 t2016
Agricoltura produzioni - agrumi
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
agrumi81,2621000 t2016
arance49,9761000 t2016
Agricoltura produzioni - frutti tropicali
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
datteri173,5461000 t2016
Agricoltura superfici - cereali
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
frumento207,1111000 ha2016
mais1,4521000 ha2016
Agricoltura superfici - tuberi e radici
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
patate17,2351000 ha2016
Agricoltura superfici - ortaggi
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
aglio0,791000 ha2016
carote e rape6,7241000 ha2016
Agricoltura superfici - leguminose da granella
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
ceci0,3111000 ha2016
fagioli secchi0,3531000 ha2016
Agricoltura superfici - vite
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
vite8,271000 ha2016
Agricoltura superfici - olivo
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
olivo357,7971000 ha2016
Agricoltura superfici - piante oleifere
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
arachidi9,1231000 ha2016
Agricoltura superfici - piante industriali
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
tabacco0,6311000 ha2016
Agricoltura superfici - frutta, bacche
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
albicocche4,5591000 ha2016
fichi2,9581000 ha2016
Agricoltura superfici - frutta secca
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
mandorle57,7641000 ha2016
Agricoltura superfici - agrumi
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
agrumi8,0091000 ha2016
arance4,9741000 ha2016
Agricoltura superfici - frutti tropicali
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
datteri32,3571000 ha2016
TOP

Foreste-Allevamento-Pesca

Foreste
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
legname1 137 509mc2016
Allevamento - Bovini
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
bovini213,8481000 capi2016
bovini e bufalini213,8481000 capi2016
Allevamento - Ovini
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
ovini7 330,8171000 capi2016
Allevamento - Caprini
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
caprini2 645,241000 capi2016
Allevamento - Equini
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
asini18,7531000 capi2016
asini e muli18,7531000 capi2016
Allevamento - Camelidi
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
cammelli62,1251000 capi2016
Allevamento - Volatili o animali da cortile
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
volatili36 6521000 capi2016
Allevamento - Apicoltura
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
miele0,8151000 t2013
Allevamento - Prodotti derivati
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
carne185,1441000 t2016
lana9,451000 t2013
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
crostacei e molluschi1 930t2016
pescato30 012t2016
TOP

Risorse minerarie


Settore secondario
Risorse minerarie.
I maggiori giacimenti di petrolio sono quelli di Mabrūk, Al Ḥufrah, Zalṭan, Ar Rāqūbah, Al-Bayḍā’, ‘Awrā’, Samāḥ, Waha, Jālū, Āmāl, Sarīr, Awjilah, Magid.
La rete degli oleodotti è molto estesa: un tratto di 175 km collega i pozzi di Zalṭan con il terminale di carico a Marsá al-Burayqah, sul golfo della Sirte; un altro tratto di 137 km convoglia a Sidra il petrolio dei pozzi di Al Ḥufrah; un oleodotto di 200 km immette nel tratto Zalṭan-Marsá al-Burayqah il petrolio estratto da Ar Rāqūbah; al terminale di Ra’s Lānūf fa capo l’oleodotto, alimentato dai giacimenti di Al Ḥufrah; e ‘Awrā’, collegato con i giacimenti di Al-Bayḍā’, Samāḥ, Waha, Jālū; altri oleodotti collegano il giacimento di Āmāl col terminale di Ra’s Lānūf, quello di Sarīr col terminale di Marsá al-Ḥarīqah, presso Tobruch, e quello di Awjilah col terminale di Az Zuwaytīnah.
Il sottosuolo contiene anche riserve di gas naturale (dal 2004 è attivo un gasdotto tra Libia e Italia che collega Mellitah a Gela), soda (laghi a est di Awbārī, nel Fezzan), minerali di ferro (nel Fezzan).
Industria.
Raffinerie di petrolio sono in funzione a Az-Zāwiyah, Marsá al-Burayqah (dove si trova anche un impianto di liquefazione del gas naturale), Ra’s Lānūf, Sarīr e Tobruch.
A Misurata ha sede un impianto siderurgico; a Rabta, Tarhūnah, Marsá al-Buray­qah operano impianti chimici.
Tra le altre industrie: cementifici a Zlīṭan (nei pressi di Homs), industrie conciarie (a Tripoli e Bengasi) e del tabacco (a Tripoli). L’artigianato produce tappeti e lavori di ricamo in seta e argento.

Risorse Minerarie - Minerali energetici
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
gas naturale9 098ml mc2017
petrolio40 801,41000 t2017
Risorse Minerarie - Minerali non metalliferi
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
gesso1501000 t2016
sale301000 t2015
Risorse Minerarie - Minerali preziosi
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
oro800kg2010
TOP

Energia

Energia elettrica - Produzione
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
- termica35 450,22ml kWh2015
produzione da fonti non rinnovabili100%2015
Energia elettrica - Potenza installata
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
- termica9 4551000 kW2015
- altre rinnov.51000 kW2015
Energia elettrica - Totale
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
totale produzione35 450,22ml kWh2015
totale potenza installata9 4601000 kW2015
TOP

Industria

Industria - Siderurgia e Metallurgia
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
acciaio4221000 t2017
zolfo di rec.1501000 t2015
Industria - Petrolchimica
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
benzine1 001,31000 t2014
bitume231000 t2015
Industria - Chimica
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
ammoniaca2701000 t2016
fert. azotati1571000 t2015
Industria - Alimentare
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
birra0,41000 t2012
oli vegetali151000 t2014
Industria - Carta, legno
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
altra carta61000 t2016
carta61000 t2016
Industria - Lavorazione minerali non metalliferi
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
cemento3 3001000 t2015
Industria - Varie
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
produzione manifatturiera3 879,2ml $ USA2008
TOP

Commercio


Settore terziario
Commercio estero.
La Libia ricava dal petrolio quasi l’80% del valore delle esportazioni, mentre importa soprattutto prodotti alimentari, manufatti e tecnologie.
A Tripoli è attiva una borsa valori.


Principali esportazioni (ml $ USA - 2017)
petrolio 15 662, gas naturale 1 000, prodotti petroliferi 576, ferro e acciaio 153, rame di fonderia 88, prodotti chimici 77, alluminio 69, 
oro e argento 48, pesce 40, fertilizzanti 34, zolfo 14, materiale elettrico ed elettronico 8, pellame 7, macchinari 6, piombo di fonderia 5

Commercio Estero con Paesi - Esportazioni
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
Italia10 682ml $ USA2013
Germania6 183ml $ USA2013
Commercio Estero con Paesi - Importazioni
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
Italia3 783ml $ USA2013
Cina2 822ml $ USA2013
Esportazioni
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
201715 600ml $ USA -
20166 000ml $ USA -
Importazioni
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
201711 700ml $ USA -
201610 700ml $ USA -
TOP

Turismo


Turismo. Prima del recente conflitto era molto attivo il turismo diretto nel deserto (Akakus, Murzūq) e nei siti archeologici (Leptis Magna, Sabratha).

Turismo internazionale
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
Entrate170ml $ USA2010
Ingressi34 000unità2008
TOP

Comunicazioni


Trasporti.
La rete stradale è concentrata nel Nord, dove corre la strada nazionale costiera (1822 km) dal confine egiziano a quello tunisino, passando per Tripoli e Bengasi.
Assenti le ferrovie. Importante il trasporto aereo.

Comunicazioni - Trasporti
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
Autoveicoli2 740 000unità2015
Autoveicoli ogni 1000 ab.436ogni 1000 ab.2015
Comunicazioni - Media e telecomunicazioni
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
Computer21,9ogni 1000 ab.2005
Giornali quotidiani15ogni 1000 ab.2001
TOP

Statistiche sociali


Istruzione.
L’istruzione è obbligatoria dai 6 ai 15 anni di età, a cui seguono altri 3 anni di scuola superiore.

Statistiche Sociali - Istruzione
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
Analfabeti8,6%2015
Aspettativa di vita scolastica16,5anni2003
Statistiche Sociali - Tasso di scolarità
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
Insegnanti 1° livello148 476unità2006
Insegnanti 2° livello152 338unità2006
Statistiche Sociali - Sanità
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
Medici2,1ogni 1000 ab.2014
Posti letto osp.3,7ogni 1000 ab.2012
Statistiche Sociali - Malattie
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
Aids totale0,1%2001
tubercolosi40ogni 100 000 ab.2016
Altri Indicatori Sociali
DESCRIZIONEVALOREUNITÀ MISURAANNO
Accesso ai servizi sanitari96,564%2015
Accesso all'acqua potabile54%2000
TOP